sabato 31 maggio 2008

Rivoluzione noi vogliamo far

Wizzo: "Ma scusa, Sinistra critica va avanti?".
Militante: "Certo che va avanti".
Wizzo: "Ah, no perché sai, pensavo che...".
Militante: "Sì è vero, lo 0,4% visto da fuori è poco, perché in effetti se non raggiungi neanche l'1%, insomma. Ma ti assicuro che visto da dentro significa molto di più. Ci sono compagni in parecchie città e ci stiamo organizzando, abbiamo anche aperto un blog perché ci siamo detti: come comunichiamo con i compagni?".
Wizzo: "Ah".
Militante: "E poi scusa, il vero fallimento è quello della Sinistra arcobaleno, hanno preso sei volte i voti che abbiamo preso noi, ma vuoi mettere? Loro avevano gli apparati, i parlamentari, noi niente".
Wizzo: "Ah, beh, sì".
Ministero Interno, Umbria critica

1 commento:

MadaM ha detto...

ci sarebbe da ridere se non che lo stupido settarismo è già più di un secolo che ci fa piangere.
ed è già più di un lustro che mi ha fatto passare all'anarchismo situazionista, più consono ai tempi di rapidi cambiamenti, di quelli dalle menti vecchie che si spacciano per giovani.
la rivoluzione è morta molto prima di quando questi ultimi avevano i bisnonni in vita. figuriamoci oggi.
io sono stato sempre scettico (e il titolare, qui, può testimoniarlo anche se ho appoggiato tutto, ci mancherebbe) e continuo ad esserlo perchè ho seri dubbi sulla GGENTE, sulla massa incoerente.
ho visto troppa ggente pensare ai propri affari (siano essi politici che di propria bottega, anche familiare) per togliermi i peli dalla lingua.
io, come te, amo tornare a casa e strapazzare i figli, tentare di ubriacare la moglie, cazzeggiare davanti al pc con il prosecco e poi andare a letto.
non c'è niente di rivoluzionario, d'accordo.
ma neanche quelli in cent'anni hanno combinato più di noi.

p.s. ci sei andato da Nick?