venerdì 26 ottobre 2007

giovedì 25 ottobre 2007

Recidivo

Domani si torna in voce alla radio. Sempre dopo le 22.

1.411.712

Le minoranze vanno sempre tenute nel debito conto, magari anche quando rappresentano istanze per lo più paesane, tipo quelle che vengono da Montenero di Bisaccia o Ceppaloni. E' da notare però, che pur con tutte le sue contraddizioni interne, il governo sta fibrillando grazie a due partiti che alle elezioni hanno messo insieme 1.411.712 voti voti, uno dei quali fruendo di posti al sole concessi dai Ds.
Enrico Borghi, Repubblica

L'alternativa c'è

Sempre sulle difficoltà di ascolto della radio. Winamp troppo pesante, come segnala qualcuno? Qui c'è Real player gratis.
Real player

lunedì 22 ottobre 2007

Elogio della complessità

Sono uscite molte cose interessanti dall'incontro di venerdì a Gubbio con Wu Ming 2 per la presentazione di Manituana. Selezionando arbitrariamente, quella più degna di nota è stata l'elogio della complessità espresso dall'autore in risposta a una delle sollecitazioni del pubblico. Forse l'intimo essere "contro" delle opere di Wu Ming - anche al di là della ricerca di storie laterali e apparentemente marginali attraverso le quali vengono rivisti avvenimenti epocali - sta proprio nel rifiuto della semplificazione. Nella presa d'atto che i fenomeni, tutti i fenomeni, sono complessi e che se li si vuole riconoscere occorre tentare di abbracciarli nelle loro diverse articolazioni. L'esatto contrario, appunto, della corsa all'efficientismo sbrigativo e alla traduzione semplificante a beneficio di non meglio identificate masse di pubblico che caratterizza i filoni dominanti dell'industria culturale.

PS: in omaggio alla complessità e a Manituana, oggi in radio gira "Dalla parte sbagliata" dei Cinemavolta, che fa parte della colonna sonora di Manituana fatta dalle band di Casasonica.

venerdì 19 ottobre 2007

Comunicazione di servizio

Visto che più di qualcuno segnala che quando clicca sul tasto della radio si avviano programmi che non riescono ad aprire il file, suggerisco di andare qui, scaricare la versione più leggera di winamp e impostarlo successivamente come lettore predefinito o, in alternativa, dopo aver cliccato sul tasto radio qui a destra, di dare il comando "apri con" nella schermata che si apre e indicare winamp, appunto.
Winamp

In trasferta

Oggi Wu Ming presenta il suo ultimo romanzo, Manituana, a Gubbio, nell'ambito di Altrocioccolato (il programma qui). Il titolare della roba che state leggendo coordinerà l'incontro.
Manituana, Altrocioccolato

giovedì 18 ottobre 2007

2.0

Provate voi a essere chiamati a sedere da qualche parte a gran voce da tre milioni e mezzo di persone e poi voltarvi per vedere che la gran parte si è dileguata presa dal telefonino che non va, la macchina da cambiare, la zia che sta male, la badante che pretende troppo e il lavoro scaduto da cambiare. Provate allora a fare di testa vostra, chiusi nel palazzo dov'è la sedia su cui vi hanno chiesto di accomodarvi. Provate, poi sentirete dire che monta l'antipolitica. E' già successo, sta succedendo. Ma ce ne siamo dimenticati e siamo passati in pochi giorni dal furore popolare che doveva travolgere tutto alla formidabile richiesta di partecipazione della ggente. Vorticanti nel frullatore non ci siamo accorti che la maggior parte della ggente passa la maggior parte del tempo a casa sua e delle cose in comune se ne infischia, allegramente o no. A volte non volendo occuparsene, spesso non potendo. Partecipa sì, ma col il minimo sforzo, mettendo la croce su una scheda, e di questi tempi è già tanto. E se decide - mettiamo - di costituirsi in comitato, nove volte su dieci lo fa perché non vuole più tossici e immigrati fra i piedi, quasi mai per qualcosa. E' l'altro lato della società 2.0. Servizi e prodotti sono sempre più flessibili e adattati alle esigenze individuali, ma si è così presi dal proprio mondo su misura che si evita di mettere il naso fuori dalla finestra. Magari chissà, a buttarci un occhio là fuori, ci si accorgerebbe che tutto su misura proprio non è. Sotto sotto la consapevolezza c'è: se una pur consistente minoranza si reca ad eleggere il segretario di un'associazione privata, un qualche focolaio coperto dalla cenere rimane. Ma per il momento siamo più portati a sovradimensionare ciò in cui ci imbattiamo nel tragitto casa-lavoro-supermercato e reclamiamo se ci si chiedono soldi per sistemare le cose in comune. Che tanto stanno lì, fuori dalla finestra. Siamo passati dall'occuparci solo di quelle - quando tutto era politica - a considerarle estranee. Niente vie di mezzo. E loro sono rimaste lì; qualcuno che se ne prende cura comunque è rimasto. E nell'indifferenza generale le mette a valore. Per sé e per pochi amici.
Ds on line

mercoledì 17 ottobre 2007

Di più

Domani sera in radio si andrà in voce per la prima volta. Definirlo numero zero di qualcosa è eccessivo, chiamiamola prova: dopo le 22.

Rientrare nei ranghi

Il processo di normalizzazione avanza inesorabile: da oggi in radio passa anche la pubblicità. Prima di commentare però, è bene sappiate che si tratta dello spot, in onda gratuitamente, di Altrocioccolato, manifestazione che inizia domani.
Altrocioccolato

martedì 16 ottobre 2007

In ascolto

C'è Cristina Donà che sembra essersi accontentata di quello che ha fatto (bene) l'ultima volta e continua a farlo (bene). Ci sono i Marlene Kuntz che pur dando sempre l'impressione di piacersi un casino cambiano di continuo e fanno una cosa meglio dell'altra.
Myspace

domenica 14 ottobre 2007

Ricaduta

Un po' perché gli unanimismi non portano bene e un po' per ottimismo, per l'ennesima volta si è andati a mettere la croce sull'appartenente alla categoria del meno peggio.

giovedì 11 ottobre 2007

Ssa ssa prova

Se stamattina ascoltando la radio sentite una voce che s'intromette non sono gli extraterrestri ma prove tecniche di trasmissione.

venerdì 5 ottobre 2007

Borgrillo

Parla di confini sconsacrati e sostiene che qualche decina di migliaia di rom mescolati in un territorio in cui abitano poco meno di sessanta milioni di persone rappresentano una bomba a tempo. No, non è Borghezio; è Beppe Grillo.
Beppe Grillo

Doppio lato

L'idea che hanno avuto i Radiohead è interessante sia per chi semplicemente la musica la fruisce, sia per chi tenta di venderla cercando di guardare la di là del proprio naso. In rete andranno infatti i brani nudi e crudi, che ognuno avrà la libertà di scaricare al prezzo che deciderà. Ma c'è un altro lato della questione, rimasto un po' più in ombra: il gruppo ha anche confezionato cd e vinile a prezzo canonico, arricchendoli però di un ricco booklet che on line, chiaramente, non si può scaricare. E' assai probabile che alcuni di quelli che scaricheranno il disco nella memoria del loro computer vorranno anche avere tra le mani il prodotto fisico, così come gli appassionati del gruppo non mancheranno di spendere qualche decina di euro pur di non interrompere la collezione. Non è affatto detto insomma, che la musica on line inibisca le vendite. Certo, occorre renderle appetibili le cose messe in vendita. E rimettere gli orologi, che in alcuni casi sembrano rimasti fermi a dieci anni fa.

mercoledì 3 ottobre 2007

Personale/2 - Non ci sono più punti fermi

In un appartamento sotto al mio sta lavorando da giorni una piccola impresa edile composta da soli magrebini: ancora non ho subito nessun tentativo di furto.

Personale/1 - Vecchio

Nato e cresciuto in anni in cui la tv cominciava a trasmettere col tg dell'ora di pranzo, mi fa sempre un certo effetto sentirne uscire il rumore dalle case facendo le scale di prima mattina.

lunedì 1 ottobre 2007

Revolution

I Radiohead mettono l'album on line a offerta.
[Achille ce l'aveva anche prima]
La Stampa

Leftism

Oggi in radio gira il cd di Simone Aliprandi, che al diritto d'autore elastico dedica un bel po' di risorse. Ci sono anche Yo la tengo, che hanno pubblicato qualcosa in creative commons.
Copyleft Italia